L'idea che i giovani con disabilità si trovino in difficoltà quando affrontano l'IT e le materie tecnologiche ha preso piede nonostante l'assenza di basi certe.

È un luogo comune che un'organizzazione non profit in Nigeria vuole sfatare.

Alla Special Needs Initiative for Growth sono convinti che i programmi di Scienze, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM) e di robotica siano particolarmente adatti per le persone con esigenze speciali. Forti delle capacità tratte da queste materie, gli studenti possono dare il massimo per trovare il loro posto nella forza lavoro del futuro.

Racheal Inegbedion, Founding Executive Director, afferma che la mancanza di fiducia nelle proprie capacità rappresenta uno dei maggiori ostacoli che devono affrontare le persone con disabilità che vogliono fare carriera nel campo STEM o IT.

Racheal Inegbedion

Racheal Inegbedion

"Molto spesso le persone con disabilità vengono lasciate indietro", dice. "Abbiamo sentito l'esigenza di intervenire e colmare questo divario per cambiare le cose, aiutando le persone a sperimentare la tecnologia in un formato diverso."

L'obiettivo è offrire ai giovani disabili la possibilità di perseguire la carriera che sognano nel settore della tecnologia.

Finanziata da donazioni e assistita da molte organizzazioni per lo sviluppo, l'iniziativa insegna le discipline STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) a giovani dai 16 ai 35 anni affetti da sindrome di Down e disturbi nello spettro dell'autismo e a bambini con paralisi cerebrale e disabilità visive.

Negli ultimi tre anni, la Special Needs Initiative For Growth ha già trasmesso a più di 300 persone in Nigeria e in altri parti dell'Africa le competenze per intraprendere una carriera nell'IT.

Insegnare le capacità

Oluwatobiloba "Tobi" Oluwole

Volare alto

I programmi sono gestiti da insegnanti entusiasti ed esperti che offrono ai loro studenti un accesso alla tecnologia tramite la costruzione di circuiti elettronici, pilotando droni e programmando robot.

Un partner di sviluppo del progetto, Oluwatobiloba Oluwole, insegna agli studenti a far volare i droni nella Global Air Drone Academy nella città portuale di Lagos.

Dopo una dimostrazione di volo di un drone professionale, dà agli studenti i kit fai da te per progettare e assemblare il proprio velivolo.

Oluwole si assicura che gli studenti conoscano anche le norme di sicurezza e le leggi in materia di aeronautica e licenze. Serve a insegnargli la responsabilità, afferma.

"Li rendiamo consapevoli che gli vengono affidate apparecchiature complesse, costose e potenzialmente pericolose e che saranno ritenuti responsabili se dovesse accadere qualcosa. Gli facciamo capire che stanno guidando un aeromobile."

Ma, soprattutto, l'intenzione è di stimolare il loro interesse e la loro curiosità sulle possibilità della tecnologia.

Vogliamo che si entusiasmino. Quando riescono a far volare i droni sono al settimo cielo. È sempre uno spettacolo.

Mel Oliveros dà istruzioni da remoto

È vivo, funziona!

Clifford Ajefo, che dirige l'organizzazione per tirocini per giovani adulti con disabilità "Brainiacs STEM and Robotics" in varie sedi della Nigeria, dà libero sfogo alla creatività degli studenti con i robot.

Mostra agli studenti come costruire semplici robot di azionamento partendo da zero prima di passare a unità più avanzate con funzioni più complesse. Inoltre, li invita a creare robot con materiali economici che possono trovare in casa.

Clifford Ajefo

Clifford Ajefo

"Diamo loro la capacità di mostrare la loro creatività, di pensare a cose che i robot possono fare e di trovare una loro soluzione", spiega Ajefo.

"Quando riescono a programmare il robot sono felicissimi. 'Funziona!' mi dicono, e io rispondo 'Certo, lo hai programmato con l'AI, deve funzionare!'"

Magari pensano a funzionalità che a me non erano venute in mente… e lavoriamo insieme per implementarle. Loro imparano da noi e noi da loro. È un lavoro di collaborazione."

I robot rendono vivo il codice, in modo diverso dai computer, dice. E in questo modo aprono le menti degli studenti verso le enormi possibilità della tecnologia.

Preparare le persone con disabilità visiva

Insegnare competenze di informatica alle persone non vedenti o con disabilità visiva è un nuovo percorso per la Special Needs Initiative For Growth. Dikko Yusuf, il coordinatore del progetto dell'iniziativa nel nord della Nigeria, collabora con una scuola per non vedenti o con disabilità visiva per elaborare un programma di informatica.

La maggior parte degli studenti utilizza solo il braille, quindi le attività partono dalle basi: avviare il computer, caricare un documento, aprire un browser web ed eseguire ricerche.

Yusuf, lui stesso con disabilità visiva, dice di essere determinato a fare in modo che i giovani con problemi della vista non siano lasciati indietro.

"Il mondo avanza rapidamente verso una realtà in cui tutto viene eseguito in modo virtuale e digitale; comunichiamo attraverso la tecnologia, per questo stiamo cercando di insegnargliela", spiega.

Sfatare i luoghi comuni per guardare più in alto

Sfatare i luoghi comuni, guardare più in alto

L'atmosfera è alla base di tutto al Barack Obama American Corner, una delle numerose organizzazioni del paese che prendono parte all'iniziativa. Bimbo Akintunde ritiene che la chiave della creatività sia un ambiente confortevole e positivo, che è esattamente il luogo in cui i suoi studenti creano motori di rotazione, sistemi di allarme attivati dai capelli o potenti proiettori sonori, tutto tramite circuiti elettronici.

"In genere predisponiamo per loro uno spazio in cui possano esplorare ed esprimersi realizzando le loro creazioni."

La signora Akinsanya dice che l'esperienza le ha mostrato cosa sono in grado di fare gli esseri umani.

"La nostra percezione dei bambini con la sindrome di Down o affetti da autismo è che non siano in grado di fare qualcosa, ma quando vengono qui a imparare e li vedo realizzare le loro creazioni, allora scopro che non è così, che tutti i bambini hanno la capacità innata di fare, qualunque sia la loro condizione."

Sfatare i luoghi comuni

Scoperte simili hanno aperto le porte alla Down Syndrome Foundation, dove Innocent Okuru vuole aiutare i giovani adulti affetti da questa patologia a scoprire qual è la loro passione e a prepararsi per il mondo del lavoro.

"Scoprono tantissime cose che riescono a fare da soli", dice.

"Se non avessero avuto questa opportunità, non sarebbero stati incoraggiati e sarebbero rimasti esclusi dalla società; invece, man mano che la tecnologia punta più in alto, puntano più in alto anche loro."

Riconoscimento mondiale

La Special Needs Initiative For Growth è stata riconosciuta a livello globale. Nel 2021, ha ricevuto il premio di miglior prassi innovativa per l'impiego e ICT for Persons with Disabilities (Tecnologie informatiche e della comunicazione per persone con disabilità) dello Zero Project, che si batte per i diritti delle persone con disabilità in tutto il mondo.

I vari programmi sono progettati per permettere agli studenti di esprimere tutto il loro potenziale. Ben 58 giovani adulti con sindrome di Down e autismo hanno già iniziato uno stage.

Altri hanno potuto accedere a opportunità di lavoro o hanno ottenuto fondi per avviare un'attività, mentre consulenti esperti forniscono consigli che possono potenzialmente avviare carriere che altrimenti non avrebbero mai potuto realizzarsi.

Pronti per il domani

Pronti per il domani

Combinare la tecnologia con la didattica per esigenze speciali dà risultati sorprendenti, ci spiega Inegbedion, e insegna molto di più rispetto alle competenze di tecnica e informatica.

Consiste nel risolvere problemi autentici, un esercizio utile per preparare queste persone alla complessità del mondo del lavoro.

"Con il tempo permette di migliorare le loro capacità di ascolto, le capacità di leadership, l'intelligenza emotiva, il team building e persino la flessibilità della comunità", afferma.

Vogliamo trasformare questa formazione in opportunità per la vita reale.

Certificato

Fai una donazione a Special Needs Initiative For Growth.

Celebra un Leaptaker che conosci

I team IT realizzano obiettivi straordinari ogni giorno. Puoi aiutarli a essere più visibili. Crea un messaggio di ringraziamento personalizzato e condividilo con l'hashtag #Leaptakers o via email.

Crea e condividi
Celebrare i Leaptaker

Notizie aziendali

Iscriviti alla newsletter di Chrome Enterprise per ricevere tutte le novità

* Obbligatorio

Inserisci un nome.

Inserisci un cognome.

Inserisci un indirizzo email valido.

Inserisci una società.

Inserisci una qualifica.

Questa informazione è necessaria per poter indirizzare correttamente la tua richiesta in base al settore.

Seleziona un paese.

Campo obbligatorio.

Inviando questo modulo, accetto di condividere le mie informazioni personali e prendo atto che le informazioni da me fornite saranno soggette alle Norme sulla privacy di Google.

Grazie per averci contattati.

La richiesta è stata ricevuta.

Background shape
Ecco alcuni argomenti che potrebbero interessarti:
Contattaci

Segui Chrome Enterprise su LinkedIn e non perderti le nostre ultime notizie.

Seguici
Prova Chrome Enterprise Upgrade

Gestisci i dispositivi Chrome OS della tua organizzazione in modo semplice e sicuro con una prova gratuita di 30 giorni.

Registrati